ARCHIVIO PER RICERCHE

Mostra di più

AUTORI ED ETICHETTE

Mostra di più

p. José María CASTILLO, "MENTRE GESU’, RICEVUTO IL BATTESIMO, STAVA IN PREGHIERA, IL CIELO SI APRI’"

BATTESIMO DI GESU’ – 13 gennaio 2019 - Commento al Vangelo
MENTRE GESU’, RICEVUTO IL BATTESIMO, STAVA IN PREGHIERA, IL CIELO SI APRI’

di p. José María CASTILLO

Lc 3,15-16.21-22
[In quel tempo,] poiché il popolo era in attesa e tutti, riguardo a Giovanni, si domandavano in cuor loro se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco». […] Ed ecco, mentre tutto il popolo veniva battezzato e Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l'amato: in te ho posto il mio compiacimento».
Dopo il Natale e le sue celebrazioni che ci ricordano la nascita di Gesù, la liturgia della Chiesa celebra oggi il battesimo di Gesù, che è la sua seconda nascita. Nella nascita a Betlemme Dio si umanizza in Gesù. Nella nascita al Giordano Dio afferma ed esprime la sua presenza, la sua volontà e le sue preferenze in quest’essere umano, in quest’uomo che è stato Gesù, che è nato a Betlemme ed è diventato adulto a Nazareth. Questo è il motivo di questa festa: il battesimo di Gesù ci ricorda la seconda nascita di Gesù.
Il battesimo di Gesù ci spiega in che cosa deve consistere il battesimo dei cristiani. Il battesimo di Giovanni Battista era un battesimo di acqua, che Giovanni somministrava nel fiume Giordano. Il battesimo di Gesù, come afferma lo stesso Giovanni Battista, è un battesimo di Spirito e fuoco. Il Battista, quando si riferisce a Gesù ed ai cristiani, non parla più dell’acqua, ma dello spirito (ed il fuoco non è altro che una ripetizione insistente dello Spirito, secondo At 2,3-4).
Cosa significa il Battesimo nello Spirito? Secondo il Vangelo è la stessa cosa che “nascere di nuovo”, nascere una seconda volta. Cos’è questo? Gesù lo ha spiegato molto bene a Nicodemo (Gv 3,3-8): Dovete nascere dall’alto. Questo significa “nascere dallo Spirito”. Infatti Spirito è una parola che traduce il greco pnéuma, che significa “vento”. Perché e a quale scopo si dice che noi cristiani dobbiamo essere “come il vento”? Gesù lo spiega: Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va. E lo stesso Gesù trae la conclusione: così è chiunque è nato dallo Spirito (Gv 3,8b). Ossia, il battesimo deve rendere noi cristiani liberi come il vento.

Fonte:www.ildialogo.org


Commenti

Post più popolari